VITINO DA VESPA CON IL PLANK

>

plank_frontaliVi è capitato di sentirvi un po’ gonfie quando mettete il vostro vestitino preferito anche se non vi sentite ingrassate?
Questo succede perchè abbiamo perso la forma a clessidra, così femminile.
Non preoccupatevi, si può ancora modificare la forma del corpo con degli esercizi mirati.
Tim Ferriss, nel suo libro 4 ore alla settimana per il tuo corpo, suggerisce degli esercizi che interessano gli addominali e gli obliqui. In più questi esercizi rafforzano anche il gluteo medio sui fianchi:

Il plank frontale: appoggiatevi sugli avanbracci e sulle punte dei piedi, con la schiena dritta e lo sguardo per terra davanti a voi. Mantenete la posizione per 30 secondi. Sentirete sotto sforzo i muscoli dell’addome, dei girofianchi e persino delle cosce. In più questi esercizi fanno lavorare anche i muscoli delle braccia.

Il plank laterale: appoggiatevi plank_lateralisull’avanbraccio e sul piede, l’altra mano sul fianco. Il corpo deve essere dritto, sguardo davanti a sè. Mantenete la posizione per 30 secondi. Se non riuscite subito ad appoggiarvi sui piedi si può cominciare appoggiandosi sul ginocchio, lateralmente. Quando sarete più allenati potrete alzare e abbassare i fianchi.

Basta una serie da 30 secondi per ogni parte.

Funziona!

(Io appoggio i piedi a un divano o mobile per evitare che mi scivolino).

About Tania Ansaldi 455 Articles
Come quasi tutte le donne ho sperimentato per anni ogni tipo di dieta e intruglio per dimagrire, patendo molta fame. Ultimamente é cambiato qualcosa nella conoscenza e nella percezione del nostro organismo, e una sana dieta é diventato sinonimo di alimentazione salutare, per vivere meglio, che dura tutta la vita e che limita le nostre privazioni. Mangiare sano e fare un moderato esercizio fisico aiuta a vivere meglio. Mi sono appassionata a questi argomenti, e più li conoscevo, più mi accorgevo che c’era molto altro da scoprire, fino a quando mi sono resa conto che tutte le informazioni che mi hanno aiutata a conoscermi meglio potevano essere utili anche ad altri, e le racconto su questo blog.

Be the first to comment

Leave a Reply