LUOGHI COMUNI SUL FITNESS

>

Abbiamo sentito tanti pareri sull’uso di alcuni attrezzi “dimagranti” oppure sul modo più efficace di fare attività fisica, ma sarà tutto vero?
Kathy Kaehler, personal trainer delle celebrità e ospite al Dr. Oz Show ci aiuta a sfatare alcuni miti:

  1. Non abbiamo tempo per l’attività fisica. Molti di noi pensano che sia necessaria una certa quantità di tempo per l’attività fisica. Rimandiamo, aspettiamo sempre tempi migliori, più tranquilli, con meno impegni, e questo non fa che peggiorare la situazione. Quello che non tutti sanno è che l’attività fisica è cumulabile, cioè più sedute da pochi minuti danno l’effetto di una seduta più lunga. Dr. Ornish dice per esempio che una passeggiatina la mattina e una la sera fanno meglio di una lunga passeggiata seguita da troppe ore di sedentarietà. La mancanza di tempo, quindi, non è una scusa valida per non muoversi!
  2. Si può perdere perso in un’area specifica del corpo. Ahimé, è falso. Non si può decidere in quale parte del corpo vogliamo dimagrire. Per bruciare i grassi serve combinare gli esercizi cardio con quelli di resistenza. L’attività cardio è quella che fa aumentare il battito cardiaco, ed è quella che fa bruciare i grassi. Gli esercizi di resistenza fanno aumentare e tonificare i muscoli. Un semplice esercizio che fa aumentare la frequenza cardiaca e fa bruciare i grassi è quello dei saltelli (Jumping jack), conosciuti da tutti. Si salta aprendo bene le ginocchia e alzando le braccia sopra la testa. Si parte dalla posizione in piedi, gambe unite e mani lungo i fianchi, poi con un salto si aprono le gambe e si portano le braccia in alto, battendo le mani sopra la testa. Aprite bene le gambe, divaricate le ginocchia verso l’esterno, mai tenerle rivolte all’interno. È uno dei migliori esercizi perché coinvolge gruppi muscolari grandi come quelli di gambe e glutei, e il movimento delle braccia fa lavorare su addominali, spalle e schiena. Questo esercizio fa aumentare i battiti cardiaci in funzione dell’intensità con cui si esegue. Se non riuscite a saltare si può fare un passo laterale, molleggiando sulle ginocchia e alzando vigorosamente le braccia in alto. Basta 1 minuto, 4-5 volte al giorno. Si può trovare un minuto, no?
  3. Più sudi e più bruci. Per molto tempo sentivo di non dare abbastanza perché non sudavo tanto durante la mia attività fisica. Oggi vengo a sapere, con piacere, che è falso. Il sudore non misura l’impegno che mettiamo nell’esercizio. Il sudore serve solo ad abbassare la temperatura corporea, è solo una reazione biologica. Quando fa caldo sudiamo. Quello che fa dimagrire è l’innalzamento della frequenza cardiaca. È bene monitorare il battito cardiaco usando un dispositivo o farlo manualmente. Gli indumenti che fanno sudare non servono, lo posso dire per esperienza :-). Oltre a una sensazione sgradevole, fanno perdere inutilmente elettroliti.
  4. Mangiare prima dell’allenamento fa bruciare più grassi. Io ho trovato pareri discordanti. Molti dicono che allenarsi a digiuno fa consumare lo zucchero immagazzinato sotto forma di glicogeno nei muscoli e che se si mangia il corpo consuma gli zuccheri derivanti dal cibo e quindi non va a consumare le scorte. Kathy Kaehler dice invece che questo è vero. Siamo come macchine, che hanno bisogno di carburante. Inoltre allenarsi a stomaco vuoto può far consumare massa muscolare, quindi consiglia uno spuntino prima dell’allenamento. Deve essere un piccolo snack, per restare leggeri, a nessuno piace allenarsi a pancia piena. Si può, per esempio, prendere un frullato.
    Ecco la ricetta suggerita da Kathy Kaehler:
    – 2/3 di bicchiere di acqua
    – ½ bicchiere di latte di cocco (o mandorla)
    – 1 misurino di proteine in polvere pure (senza fruttosio, lattosio, glutine, soia)
    – una fettina di ananas sminuzzata
    – qualche fragola
    – ghiaccio.
    Frullare e prendere 30 minuti prima dell’allenamento, per dare all’organismo il tempo di assorbire i nutrienti energizzanti.
About Tania Ansaldi 455 Articles
Come quasi tutte le donne ho sperimentato per anni ogni tipo di dieta e intruglio per dimagrire, patendo molta fame. Ultimamente é cambiato qualcosa nella conoscenza e nella percezione del nostro organismo, e una sana dieta é diventato sinonimo di alimentazione salutare, per vivere meglio, che dura tutta la vita e che limita le nostre privazioni. Mangiare sano e fare un moderato esercizio fisico aiuta a vivere meglio. Mi sono appassionata a questi argomenti, e più li conoscevo, più mi accorgevo che c’era molto altro da scoprire, fino a quando mi sono resa conto che tutte le informazioni che mi hanno aiutata a conoscermi meglio potevano essere utili anche ad altri, e le racconto su questo blog.

Be the first to comment

Leave a Reply