LA DIETA DEI 17 GIORNI (ciclo 1)

>

untitled (12)La dieta dei 17 giorni è stata ideata dal dott. Mike Moreno, laureato alla Irvine and Hahnemann Medical School dell’Università della California. Il dott. Moreno ha dedicato molto tempo alla prevenzione, per lui la chiave della longevità, e spinto da questa convinzione ha deciso di seguire e motivare personalmente i suoi pazienti nell’attività motoria, lanciando il programma Walk with Your Doc. Il programma dietetico proposto con il suo libro è diventato il più seguito negli Stati Uniti.
Consapevole dell’aspettativa di un risultato visibile con una certa urgenza (altrimenti si rischia di perdere la motivazione e di lasciar perdere), Mike Moreno ha studiato le proprietà del cibo e quelle dell’esercizio fisico e ha creato un cocktail equilibrato, in grado di modificare il metabolismo e di far bruciare i grassi giorno dopo giorno.
Perché 17 giorni?
Perché è un lasso di tempo fattibile per tutti, senza quel senso di ansia e dubbio che le lunghe diete danno, chiunque può provare senza lasciarsi scoraggiare.
In realtà la dieta del dott. Moreno è articolata in 4 cicli: Accelerazione, Attivazione, Arrivo e Mantenimento. Il ciclo di mantenimento prevede l’introduzione di una maggiore varietà di cibo, anche quelli “preferiti”.
E’ una dieta, quindi comporta per forza un cambiamento delle nostre abitudini.

If you always do what you always did, you’ll always get what you always got.
(Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad avere quello che hai sempre avuto) –
diceva Chris Powell.

E’ semplice da seguire perché si basa su alimenti che si trovano normalmente nei supermercati, non si devono pesare, non ci sono cibi previsti per un determinato giorno e quindi ci si può organizzare facilmente.
Si dovranno assumere più frutta e verdura, più proteine magre, si dovrà ridurre il consumo di grassi, zuccheri e cibi salati e – cosa essenziale – si dovranno ridurre le porzioni. Avendo comunque il permesso di consumare verdure in quantità generosa, non si soffrirà la fame e sarà sicuramente accessibile a tutti.
Un’altra cosa da fare tassativamente è movimento!

Adesso ci occupiamo del
Ciclo 1: Accelerazione

La chiave di questa dieta è la “confusione  del corpo”: durante il ciclo di 17 giorni si assumono cibi diversi, in una diversa quantità e si evita così il processo di adattamento che avviene normalmente in una dieta, portando con sé il famoso “plateau”, cioè quel punto in cui l’ago della bilancia sembra essersi bloccato.

Questo ciclo promette di far perdere 4-5 kg in soli 17 giorni!
Ho sempre pensato che un calo di peso più contenuto sia più salutare e i risultati si possano mantenere di più nel tempo, ma Mike Moreno dice che le nuove ricerche sostengono il contrario. Questa dieta è comunque sana, senza rischi di squilibri nutrizionali. Anzi, l’organismo si disintossica e riacquista il suo buon funzionamento, arrivando anche a diminuire o addirittura a eliminare i farmaci che si prendono per vari disturbi, come pressione alta, colesterolo ecc.
Alcune ricerche – dice il dott. Moreno – associano l’obesità al cattivo funzionamento del sistema immunitario, rendendo le persone più vulnerabili a malattie infettive e a tumori.
Se ultimamente avete preso qualche chilo, questa è la dieta che fa per voi: vi aiuterà a rimettervi in carreggiata velocemente e, se non basta, vi darà l’input per continuare (con gli altri cicli) fino al raggiungimento dei risultati desiderati.
Come in tutte le diete, più si è in sovrappeso, più consistente sarà la perdita di peso iniziale.
In questo ciclo si devono scegliere cibi che favoriscono il funzionamento dell’apparato digerente e l’eliminazione del grasso corporeo.
Ormai molti studi hanno dimostrato che l’aumento di peso non è necessariamente correlato alla quantità di cibo ingerito, quanto alla qualità del cibo e a come viene metabolizzato. Il cibo malsano compromette la corretta assimilazione, il corpo non sarà ben nutrito a livello cellulare e in più si accumuleranno sostanze di scarto, con effetto tossico, quindi l’obiettivo è di mettere in moto una rapida perdita di peso in modo sano, eliminare liquidi e tossine dal nostro organismo e mantenerci energici e motivati.
In questa fase si devono limitare i carboidrati, soprattutto pane bianco, pasta, riso, patate e dolci. Si possono mangiare proteine magre a volontà: carne, uova, pesce, insieme a molte verdure.
Se dopo questo ciclo avete raggiunto il vostro obiettivo potete passare direttamente al Ciclo di Mantenimento, se no passate al ciclo successivo.

Ecco una giornata tipo:
Colazione: proteine (scegliere tra: 3 albumi strapazzati, oppure 2 albumi e 1 uovo intero, 1 yogurt al naturale o 1 tazza di kefir),  1 frutto fresco (scegliere tra mele, pere, arance, pompelmo, pesche, pugne, uva rossa, fichi d’India) o surgelato (frutti di bosco, mirtilli ecc.), 1 tazza di tè verde.
Pranzo: proteine magre (scegliere tra: tonno al naturale, salmone, sogliola, platessa, petto di pollo/ tacchino, uova), una grande insalata condita con 1 cucchiaio di olio d’oliva o di semi di lino e 2 cucchiai di aceto balsamico (oppure altre verdure tra: carciofi, asparagi, broccoli, peperoni, cavolini di Bruxelles, cavolo, cavolfiore, carote, sedano, cetriolo, melanzane, spinaci, pomodori, verdure a foglia verde ecc.), 1 tazza di tè verde.
Cena: proteine, verdure crude o al vapore, 1 tazza di tè verde.
Spuntini: 150g di yogurt naturale senza zucchero con 1-2 cucchiai di marmellata senza zucchero o altri alimenti probiotici e 1 porzione di frutta (li potete anche unire, in un frullato).

Riassumendo:
– In questo ciclo non sono ammessi i carboidrati, neanche i cereali integrali.
– Ogni pasto contiene proteine. (Di solito la porzione è quanto la grandezza  del palmo della vostra mano).
– A pranzo e a cena sono previste verdure a volontà.
–  E’ previsto il consumo di 1-2 cucchiai di olio di oliva o di lino (grassi buoni, che aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari), per condire o per cucinare.
– La frutta va consumata a colazione e/o agli spuntini. Evitate la frutta dopo le 14, perché la frutta contiene carboidrati, che sono più difficili da smaltire nella seconda parte della giornata, in cui si consuma meno energia.
– Ai pasti principali si assume 1 tazza di tè verde (contiene potenti antiossidanti e accelera il metabolismo).
– E’ importante consumare alimenti probiotici (yogurt, kefir, crauti e altri cibi fermentati), che aiutano a ripristinare la flora batteria intestinale, a migliorare tutto il sistema digestivo e a rinforzare il Sistema Immunitario. Esistono anche sotto forma di integratori in farmacia o negozi bio.
– Evitate l’alcol e gli zuccheri per facilitare l’eliminazione delle tossine.
– Tutti i giorni bisogna fare un tipo di attività fisica che fa accelerare il nostro cuore (aerobica). Poiché l’effetto dell’esercizio fisico si prolunga nel tempo anche dopo averlo finito, Mike Moreno suggerisce di dividerlo in 2 parti, una la mattina e una al pomeriggio o prima serata, ovviamente di 17 minuti 🙂

Buona dieta! Vi aspetto fra 17 giorni, con il Ciclo 2!

 

 

About Tania Ansaldi 466 Articles
Come quasi tutte le donne ho sperimentato per anni ogni tipo di dieta e intruglio per dimagrire, patendo molta fame. Ultimamente é cambiato qualcosa nella conoscenza e nella percezione del nostro organismo, e una sana dieta é diventato sinonimo di alimentazione salutare, per vivere meglio, che dura tutta la vita e che limita le nostre privazioni. Mangiare sano e fare un moderato esercizio fisico aiuta a vivere meglio. Mi sono appassionata a questi argomenti, e più li conoscevo, più mi accorgevo che c’era molto altro da scoprire, fino a quando mi sono resa conto che tutte le informazioni che mi hanno aiutata a conoscermi meglio potevano essere utili anche ad altri, e le racconto su questo blog.

Be the first to comment

Leave a Reply