I BENEFICI DELLE LAMPADE DI SALE

>

Lampada di saleFaccio una breve introduzione, ma se non avete voglia di leggerla passate direttamente al testo del paragrafo successivo 😉
L’aria che respiriamo contiene ossigeno, azoto, anidride carbonica e altri gas, vapori e polveri. Ogni molecola è costituita da uno o più atomi formati da un nucleo centrale, a sua volta composto da protoni, caricati positivamente e neutroni, senza carica. Intorno al nucleo orbita un certo numero di elettroni, con carica negativa. Quando le cariche si bilanciato, gli atomi risultano neutri.
Quando un atomo o una molecola cede o acquista uno o più elettroni, si trasforma in uno ione. Quello che cede elettroni sarà carico di elettricità positiva, perché le cariche positive del nucleo non saranno più neutralizzare dagli elettroni dello strato esterno. Quello che riceve uno o più elettroni sarà caricato di elettricità negativa, per un motivo analogo.

Il materiale plastico, gli elettrodomestici, la televisione, il computer e altri apparecchi elettronici producono ioni positivi, che attirano gli ioni negativi neutralizzandoli e impoverendo l’aria che respiriamo. Un eccesso di ioni positivi può causare mal di testa o un malessere generale.
Gli ioni negativi si producono con le scariche dei fulmini, per esempio. Prima del temporale c’è profumo di pioggia e poi l’aria è bella da respirare, perché si purifica. Questo succede anche in prossimità di grandi masse d’acqua o di cascate. Tutti sanno infatti che le passeggiate vicino agli scogli ci fanno respirare meglio, e non è soltanto per l’aerosol che facciamo con le particelle di acqua di mare che ci sono nell’aria.
Non potendo trasferire a casa nostra le cascate o le onde dell’oceano :-), sono stati inventati gli ionizzatori d’aria.
Esiste però un metodo ancora più naturale e salutare per avere un’aria più salubre da respirare in casa o in ufficio: utilizzare una lampada di sale.
Generalmente in commercio si trovano le lampade di sale rosa dell’Himalaya. Circa 200 milioni di anni fa il sale marino si è cristallizzato nelle profondità di questa catena montuosa. Coperto per milioni di anni dalla lava, da neve e ghiaccio, è rimasto incontaminato. E’ il sale più puro che si trova sulla Terra. Inoltre sembra che questo sale contenga tutti i minerali esistenti sul nostro Pianeta. Il suo colore rosato infatti è dovuto al ferro che contiene.
E’ bene usare il sale rosa in cucina. Ecco alcune delle sue qualità: il contenuto in sodio è minore del sale normale, con benefici per la nostra salute, contiene naturalmente iodio, quindi non deve più essere addizionato, contiene magnesio, calcio, potassio, bicarbonato, bromuro, fluoruro ecc., creando un equilibrio elettrolitico, rafforza le ossa, previene i crampi muscolari.
Il sale dell’Himalaya proviene principalmente dal Pakistan, da miniere saline antichissime.  Per le lampade si utilizza un unico blocco di sale, forato al centro, per potervi inserire una lampadina. Il calore della lampadina riscalda il sale, che comincia a rilasciare ioni negativi e vanno ad equilibrare gli ioni positivi esistenti nell’aria, facendola diventare più salutare. Il massimo della produzione di ioni negativi si ha quando il sale è caldo, ma continuano a prodursi anche una volta spenta la lampada, fino al completo raffreddamento del sale. Per avere un’aria pulita, bisognerebbe lasciare accesa la lampadina per almeno 6 ore consecutive.
Gli ioni negativi hanno la particolarità di legarsi alle particelle in sospensione nell’aria (polveri, pollini, fumo), caricandole di elettricità statica e quindi facendole aderire alle superfici che incontrano, anziché continuare a svolazzare nell’aria che respiriamo. Questo aiuta le persone che soffrono di allergie, di asma o altre malattie respiratorie.
Un’altra particolarità della lampada di sale è quella di togliere l’eccesso di umidità dell’aria, che risolve anche il problema delle muffe. Il sale attira l’umidità, infatti capita che la lampada sia un po’ “sudata” verso la base, dove anche il colore diventa più chiaro. Per questo motivo è bene appoggiare la lampada su un piatto, onde evitare di recare danno ai mobili.
Sembra che gli ioni positivi siano di ostacolo alla produzione della serotonina, in precursore della melatonina (l’ormone del sonno), infatti è sconsigliato avere la televisione in camera da letto. Le lampade di sale aiutano anche ad avere un sonno migliore, così come di giorno si ha una migliore ossigenazione del cervello, una maggiore chiarezza mentale e maggiore potere di concentrazione.

Io ho realmente l’impressione che l’aria sia più “buona” quando tengo la lampada accesa per alcune ore.
E poi quel colore caldo, ambrato, mi dà una bella sensazione di pace e tranquillità.

Le lampade di sale si trovano anche in internet, ma le potete fare da soli, con un notevole risparmio. Nella sezione “equitazione” su internet o nei negozi specializzati si trovano dei blocchi di sale che servono per riequilibrare il fabbisogno di sale del cavallo. Questi blocchi da 3-5 kg di solito hanno già un foro al centro. Basta inserire una candela, come quella per i diffusori di profumi o incensi. Se usate una lampadina, non deve essere a LED, perché deve scaldare!
Ho visto anche lampade fatte con il “nostro” sale e credo che vadano bene. Non si ha la magia della luce ambrata, ma può essere più grande e dare più ioni benefici (?!).
Provate, potrebbe essere anche un piacevole punto luce notturno.

 

About Tania Ansaldi 457 Articles
Come quasi tutte le donne ho sperimentato per anni ogni tipo di dieta e intruglio per dimagrire, patendo molta fame. Ultimamente é cambiato qualcosa nella conoscenza e nella percezione del nostro organismo, e una sana dieta é diventato sinonimo di alimentazione salutare, per vivere meglio, che dura tutta la vita e che limita le nostre privazioni. Mangiare sano e fare un moderato esercizio fisico aiuta a vivere meglio. Mi sono appassionata a questi argomenti, e più li conoscevo, più mi accorgevo che c’era molto altro da scoprire, fino a quando mi sono resa conto che tutte le informazioni che mi hanno aiutata a conoscermi meglio potevano essere utili anche ad altri, e le racconto su questo blog.

Be the first to comment

Leave a Reply