ARANCE CANDITE

>

Avete mai provato a sostituire il caffe’ della mattina con una bella spremuta d’arancia?
Ti sveglia allo stesso modo, non macchia i denti ed e’ molto piu’ sana!

Conosciamo le arance soprattutto per la loro ricchezza di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario e ci protegge dalle malattie che colpiscono specialmente le vie respiratorie, ma questo frutto solare, che rallegra le nostre tavole d’inverno, ha tantissime altre proprietà:
–  E’ antianemico, cioè  attraverso la vitamina C aiuta l’assorbimento del ferro, indispensabile per la formazione dei globuli rossi.
– Ha un effetto positivio sulla funzionalità della membrana che riveste i vasi sanguigni, molto importante perché regola il passaggio delle sostanze trasportate dal sangue.
– Protegge dagli effetti nocivi dei raggi ultravioletti.
– E’ antinfiammatorio.
– Previene la fragilità capillare e malattie caratterizzate da difficoltà circolatorie, come la cellulite e le vene varicose.
– Ha un effetto antiossidante, che contrasta il deterioramento delle cellule, migliorando la salute e mantenendo giovani!
– Come altra frutta acidula, favorisce la digestione. In questo senso, o per dolori di stomaco, può essere utile un decotto: far bollire per 5 minuti una scorza d’ arancia in 100 ml d’acqua. Bere tiepido.
– E’ ricco di bioflavonoidi, che insieme alla vitamina C contribuiscono alla ricostruzione del collagene nel tessuto conettivo, quindi protegge le ossa, i tendini e i denti.
– E’ ricco di vitamina A , che previene le infezioni e migliora la salute della pelle.
– Le arance, specialmente quelle rosse, aiutano anche a dimagrire perché sono ricche di antociani, molecole antigrasso. Gli antociani fanno sì che le cellule del grasso, gli adipociti, si mantengano piccole.

Il frutto intero é più completo, perché contiene fibra (nella parte bianca, sotto la buccia), molto importante perché rallenta l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi e favorisce il transito intestinale.

Adesso: questo non é un consiglio da dieta, ma mentre abbondate con le spremute potreste provare a candire le bucce.
Se lo fate di rado e con molta parsimonia non credo che ci saranno molti danni.

Ecco la mia ricetta:

SCORZETTE D’ARANCIA CANDITE
Mettete a bagno nell’acqua le bucce tagliate a spicchi e lasciatele per un giorno, mescolandole e cambiando l’acqua frequentemente.
Scolatele e fatele cuocere in acqua bollente per 20 minuti.
Scolatele nuovamente e pesatele.
Mettete in una pentola una quantità di zucchero di canna uguale a quella delle scorzette e qualche cucchiaio d’acqua.
Fate cuocere a fuoco dolce e mescolate finché si forma uno sciroppo abbastanza denso: provate a vedere se fila con un cucchiaio.
Aggiungete le scorzette e mescolate delicatamente fino a quando si assorbe lo zucchero.
Lasciate raffreddare e conservate in vaso di vetro.

Se amate i gusti esotici potete aggiungere qualche chiodo di garofano e/o un po’ di cannella.

Sono deliziose insieme con cioccolato fondente o con la mia torta di cioccolato con melanzane  (vedi ricetta) 🙂

About Tania Ansaldi 457 Articles
Come quasi tutte le donne ho sperimentato per anni ogni tipo di dieta e intruglio per dimagrire, patendo molta fame. Ultimamente é cambiato qualcosa nella conoscenza e nella percezione del nostro organismo, e una sana dieta é diventato sinonimo di alimentazione salutare, per vivere meglio, che dura tutta la vita e che limita le nostre privazioni. Mangiare sano e fare un moderato esercizio fisico aiuta a vivere meglio. Mi sono appassionata a questi argomenti, e più li conoscevo, più mi accorgevo che c’era molto altro da scoprire, fino a quando mi sono resa conto che tutte le informazioni che mi hanno aiutata a conoscermi meglio potevano essere utili anche ad altri, e le racconto su questo blog.

4 Comments

  1. Questa me la segno: la prima (e unica) volta in cui ho provato a fare le scorzette candite il mix di acqua e zucchero è rimasto liquido per un sacco, poi nel giro di 3 secondi si è ricristallizzato rendendo le scorze durissime e amarissime (vai a capire perché)..

    • Ciao Martyroxx,
      Devi mettere acqua solo per bagnare lo zucchero, in modo da non caramellarlo ma ottenere uno sciroppo. Quando comincia a fare schiuma aggiungi le scorzette strizzate. Il liquido aumenterà, ma non preoccuparti: continua a farle cuocere mescolando finchè le scorzette rimarranno asciutte.
      A presto!
      Tania

  2. Grazie, sono squisite, anche se devo fare una piccola critica: in realta’ non si possono mangiare piccole quantita’, perche’ una volta che comincio a mangiarle non riesco piu’ a smettere!!

    Comunque mi sono accorto che sono ancora piu’ buone dopo qualche giorno.

Leave a Reply