L’AMPALAYA: NUTRE E CURA

>

 

AMPALAYAVi è capitato di trovare al supermercato degli ortaggi come grossi cetrioli bitorzoluti e di non sapere come si mangiano, come è capitato a me? Si tratta dell’ampalaya, nome scientifico mormodica charantia, conosciuta anche come zucca amara o bitter melon.
Molto usata in India, Asia, Africa e Sud America, è ancora poco conosciuta in Occidente, ma ultimamente viene coltivata anche in Italia, soprattutto nel Lazio e nella bassa Lombardia. Questo ortaggio si raccoglie, a partire da settembre, prima che arrivi a completa maturazione. Se matura troppo è amarissimo. Per togliere un po’ del sapore amaro si taglia a fette, si cosparge di abbondante sale, si lascia per qualche ora per buttare il liquido amaro e poi si sciacqua sotto l’acqua corrente. Oppure si taglia nel senso della lunghezza, si pulisce dai semi e dalla parte spugnosa raschiando con un cucchiaio e si lascia a bagno in acqua bollente per qualche minuto o in una ciotola posizionata sotto un filo di acqua corrente per tutta la notte. (Le alte temperature distruggono parte delle vitamine). Il giorno dopo si può provare questa
Ricetta:
Si taglia a pezzi e si salta in padella con olio, aglio, spezie e alla fine si aggiungono delle patate bollite tagliate a pezzi. Si può mangiare anche cruda e in entrambi i casi si accosta bene con il curry.

Perché tanto interesse per questa zucca amara, il cui sapore non è proprio così irresistibile? Perché è ricca di proprietà nutraceutiche. Nutraceutica è un neologismo nato dalla fusione tra nutrizione e farmaceutica, e sta a indicare alimenti che contengono nutrienti che hanno effetti benefici sulla salute, detti anche alimenti funzionali. Già gli Indiani, gli Egiziani e i Cinesi sapevano che gli alimenti possono essere impiegati come medicine per curare alcune malattie. L’Ayurveda, la medicina tradizionale indiana, vecchia di 5000 anni, parlava del cibo a scopo terapeutico. Infatti la zucca amara è molto usata nella cucina orientale e, con il continuo spostamento delle persone, certi frutti o verdure vengono introdotti anche da noi.
Tornando alla zucca amara, l’ampalaya, è ricca di minerali come calcio, ferro, potassio, fosforo e vitamine A, B, C, betacarotene, antiossidanti. Contiene una sostanza (polipeptide-P), con effetti simili all’insulina, e nella medicina orientale viene usata nella cura del diabete (abbassa il glucosio nel sangue). Per questo motivo non è indicata per le gestanti, per l’allattamento e per i neonati.
Le foglie della zucca amara si possono aggiungere agli stufati, da accompagnare al riso. Crude e pestate si usano per curare le ustioni, oppure vengono usate anche per infusi e decotti contro il mal di gola, per trattare disturbi della pelle come psoriasi e herpes (ha proprietà antimicotiche), come vermifuco, purgante, purificante del sangue, stimolante per fegato e reni, contro la gotta, reumatismi, in caso di febbre e per rafforzare il Sistema Immunitario.
Come in tutte le cose, è questione di abitudine. Per abituarci a nuovi sapori dobbiamo cominciare con piccole dosi, ma per tutte queste proprietà benefiche forse vale la pena di provarci…

About Tania Ansaldi 471 Articles
Come quasi tutte le donne ho sperimentato per anni ogni tipo di dieta e intruglio per dimagrire, patendo molta fame. Ultimamente é cambiato qualcosa nella conoscenza e nella percezione del nostro organismo, e una sana dieta é diventato sinonimo di alimentazione salutare, per vivere meglio, che dura tutta la vita e che limita le nostre privazioni. Mangiare sano e fare un moderato esercizio fisico aiuta a vivere meglio. Mi sono appassionata a questi argomenti, e più li conoscevo, più mi accorgevo che c’era molto altro da scoprire, fino a quando mi sono resa conto che tutte le informazioni che mi hanno aiutata a conoscermi meglio potevano essere utili anche ad altri, e le racconto su questo blog.

Be the first to comment

Leave a Reply