ALGA KOMBU: ANTI GONFIORE

>

alga kombuHo scoperto le alghe, nella mia ricerca sulle proteine di origine vegetale e quindi sui legumi. L’alga kombu infatti viene utilizzata nella cottura dei legumi per renderli più morbidi, più digeribili e per evitare che questi provochino gonfiore addominale. I componenti che causano il gonfiore addominale sono gli oligosaccaridi (zuccheri semplici), che il nostro organismo non è in grado di digerire, quindi quando arrivano nell’intestino vengono scomposti dai batteri, con la produzione di gas. L’alga kombu contiene delle sostanze che impediscono che tutto questo accada e mi sembra una gran bella qualità. Ma le virtù dell’alga kombu non finiscono qui. Chi ama la cucina giapponese conoscerà di sicuro questa alga, che è protagonista anche della cucina macrobiotica. L’alga kombu, Laminaria japonica, è un’alga che vive nel mare, ad alcuni metri di profondità, e viene raccolta a mano specialmente al largo della costa sud-orientale di Hokkaido (Giappone). È un’alga bruna (marrone scuro), chiamata anche “cavolo di mare”. Esiste una varietà anche nel nord Europa, specialmente in Bretagna, chiamata Laminaria digitata. L’alga kombu è ricchissima di proprietà nutritive, un vero e proprio integratore alimentare. Infatti si trova anche sotto forma di polvere o fiocchi. Essendo un prodotto marino, è ricchissima di iodio, un elemento indispensabile per il buon funzionamento della ghiandola tiroidea. Lo iodio aita anche ad aumentare il metabolismo basale. Nei posti lontani dal mare lo iodio si prende principalmente dal sale iodato. L’alga kombu è povera di sodio e quindi è indicata per le persone che devono seguire una dieta povera di sodio (che in realtà dovremmo seguire un po’ tutti). L’alga kombu è molto ricca di fibra, che aiuta il transito intestinale e aiuta l’organismo a disintossicarsi e abbassa i livelli di colesterolo “cattivo” LDL. E’ ricca di potassio, che drena i liquidi, migliora la circolazione e abbassa la pressione sanguigna. Inoltre contiene aminoacidi essenziali e minerali come calcio, magnesio e fosforo. Oltre i minerali, contiene vitamine A, C e del gruppo B, compresa la B12 che rafforzano il Sistema Immunitario. Contiene acido alginico, dall’azione depurativa. Inoltre contiene acido glutammico, che dà sapore ai piatti in modo naturale e sano. Si usa per esempio per insaporire minestroni e zuppe o verdure cotte, per aromatizzare il seitan e – come dicevamo – nella cottura dei legumi. Durante la cottura si sprigiona un po’ di odore tipico di alghe, ma non rimane nessun tipo di odore o sapore persistente nel cibo. Bastano due-tre centimetri di alga messi in ammollo insieme ai legumi e poi cotti insieme a questi per un tempo che varia a seconda del tipo di legume.

Ricordiamo che lo iodio aiuta la funzione della tiroide, ma un eccesso può causare effetti spiacevoli come tachicardia, ipertiroidismo, agitazione o insonnia. Inoltre l’alga è sconsigliata alle donne in gravidanza e allattamento.

About Tania Ansaldi 455 Articles
Come quasi tutte le donne ho sperimentato per anni ogni tipo di dieta e intruglio per dimagrire, patendo molta fame. Ultimamente é cambiato qualcosa nella conoscenza e nella percezione del nostro organismo, e una sana dieta é diventato sinonimo di alimentazione salutare, per vivere meglio, che dura tutta la vita e che limita le nostre privazioni. Mangiare sano e fare un moderato esercizio fisico aiuta a vivere meglio. Mi sono appassionata a questi argomenti, e più li conoscevo, più mi accorgevo che c’era molto altro da scoprire, fino a quando mi sono resa conto che tutte le informazioni che mi hanno aiutata a conoscermi meglio potevano essere utili anche ad altri, e le racconto su questo blog.

Be the first to comment

Leave a Reply