PERDI 2 TAGLIE IN 21 GIORNI

>

Dolvett QuinceQuesta è una dieta elaborata da Dolvett Quince.

Dolvett Quince vive a Los Angeles (USA) ed è un noto esperto nel campo della salute e del fitness. Forse ricordi il programma televisivo The Biggest Loser, che secondo me era molto stimolante e dava una spinta motivazionale a chi voleva perdere peso. Dolvett Quince ha dedicato molto del suo tempo e delle sue energie ad aiutare i partecipanti di The Biggest Loser a perdere peso. Nel 2013 ha pubblicato il libro The 3-1-2-1 Diet: Eat and Cheat Your Way to Weight Loss.

Ultimamente ha rivelato i suoi segreti in esclusiva al Dr. Oz Show. Dolvett ha sviluppato un piano che ti aiuterà a perdere due taglie in 21 giorni, senza sentirti privato dei tuoi cibi preferiti. Il segreto si basa più su quando si mangia, piuttosto che cosa si mangia e permette di potenziare la muscolatura e perdere grasso. Questo piano semplice, più che una dieta è un nuovo stile di vita. Il 3 rappresenta 3 giorni di seguito di cibo sano (proteine magre, carboidrati senza glutine, verdura, frutta) per un totale di 1500 calorie ogni giorno. Meno di questo apporto calorico non è consigliabile, perché alla fine della dieta si riprende il peso. Poi viene 1, che significa un giorno con qualche strappo, per un totale di 1700 calorie, altri 2 giorni di cibo sano da 1500 calorie ciascuno, e 1 giorno libero, da 1700 calorie. In questo modo si confonde l’organismo, accelerando il metabolismo e si dà al corpo qualcosa per cui lottare e vincere.

Il piano di Dolvett Quince ha 4 regole fondamentali:

  1. Conta le calorie. Sembra passè, ma contare le calorie è la più semplice via per imparare a controllare le porzioni. Pensa alle calorie come ai soldi (dice Dolvett): hai solo un tot da spendere e non devi andare oltre. In realtà le calorie che “spendi”sono quelle che assumi con gli alimenti e le devi scalare dal conto del tuo metabolismo basale, diciamo 2000-2500 calorie, a seconda dell’età, sesso ecc. Le calorie che ingerisci si devono scalare da questo conto di cui disponi, quindi per dimagrire devi assumere 300-500 calorie in meno di quelle che ti puoi permettere. Contare le calorie è come creare un budget per il tuo corpo. Quando fai attenzione a quello che spendi, spenderai con più saggezza. L’attività fisica è un bonus che ti aiuterà ad affrettare il dimagrimento.
    Esempio di una giornata tipo:
    Colazione: yogurt, frutta, un po’ di miele.
    Merenda: chips di spinaci, ricchi di fibra (si spruzzato le foglie di un po’ d’olio e si informano finché diventano croccanti; si possono conservare per qualche giorno, in un sacchetto di carta).
    Pranzo: petto di pollo, quinoa, mela.
    Merenda: minestrone.
    Cena: lasagne vegetali e ananas.
    Nel giorno da 17oo calorie si possono mangiare pancake con mirtilli o un hamburger di tacchino etc. Non bisogna esagerare, hai solo 1700 calorie!
    Dolvett consiglia di mangiare insieme arancia e avocado: la vitamina C dell’arancia blocca il cortisolo (ormone dello stress) e i grassi sani dell’avocado riducono le infiammazioni. Oppure mela e burro di arachidi: la mela contiene fibre che assorbono i grassi ingeriti e il burro di arachidi contiene grassi buoni, che saziano. Naturalmente non dovete avere un’allergia alle arachidi!
  2. Alterna giorni più “parsimoniosi” a giorni più “generosi”. La deprivazione è alla base di ogni dieta destinata a fallire. Dicendo a te stesso che non potrai più avere il cibo che ami, alimenterai solo una incontrollabile voglia di quei cibi, che può finire con le abbuffate. Permetterti qualcosa nella settimana non solo non ti rovinerà la dieta, ma aiuterà il tuo metabolismo a lavorare meglio. Alternare i giorni con meno calorie a giorni più “generosi” confonderà il tuo metabolismo e brucerà meglio. Segui 3-1-2-1 per i migliori risultati: 3 giorni da 1500 calorie, 1 giorno da 1700 calorie, 2 giorni da 1500 calorie, 1 giorn0 da 1700 calorie (per un totale di 7 giorni, poi ricominci la settimana).
  3. Usa combinazioni di cibo. I cibi ricchi di vitamina C (frutta e verdura) e quelli ricchi di acidi grassi monoinsaturi (frutta secca, semi di lino/canapa/zucca e girasole) abbasseranno il livello di cortisolo nel corpo e ridurranno l’infiammazione. Inoltre aumenteranno la massa muscolare e diminuiranno i depositi di grasso. Questi cibi sono ricchi di fibre e le fibre intrappolano i grassi e gli zuccheri, mantenendo il livello di glucosio stabile nel sangue e riducendo la voglia di cibi dolci e grassi. Insieme ai grassi ti aiuteranno a sentirti sazio a lungo.
  4. Non trascurare la pancia gonfia. La ritenzione idrica può farti sentire pesante anche quando stai perdendo peso. Fortunatamente è facile contrastarla. Tutto quello che devi fare è aggiungere tarassaco e/o acqua di cocco alla tua dieta. Il tarassaco è un’erba potente, che può aiutarti a diminuire di parecchio il girovita in un giorno. Prova a mangiarla fresca in insalata o sotto forma di infuso. L’acqua di cocco è altrettanto efficace. Sostituisci due bicchieri di acqua al giorno con questa bevanda ricca di potassio (diuretico) e il gonfiore sparirà. Si trova nei negozi etnici oppure bio.
  5. Esercizio fisico. Su You Tube trovi esercizi di Dolvett Quince, ma qualsiasi esercizio va bene, purché fatto con una certa intensità e con regolarità. Bastano 10 minuti al giorno di piegamenti, squats, addominali, plank, cioè esercizi che coinvolgono le braccia, le gambe e la parte centrale del corpo. Usa anche pesi (vanno bene anche delle bottiglie d’acqua) e cerca di variare. Lo scopo è costruire muscoli, che ti aiuteranno a consumare più calorie anche a riposo. È importante anche l’attività aerobica (nuoto, corsa, camminata, bicicletta, pallavolo, tutto quello che ti piace, l’importante è muoversi). Più ti muovi, più calorie consumerai e più in fretta perderai peso!

Con questa dieta, Dolvett Quince promette di farci perdere due taglie in 21 giorni! Diamoci da fare!

About Tania Ansaldi 475 Articles
Come quasi tutte le donne ho sperimentato per anni ogni tipo di dieta e intruglio per dimagrire, patendo molta fame. Ultimamente é cambiato qualcosa nella conoscenza e nella percezione del nostro organismo, e una sana dieta é diventato sinonimo di alimentazione salutare, per vivere meglio, che dura tutta la vita e che limita le nostre privazioni. Mangiare sano e fare un moderato esercizio fisico aiuta a vivere meglio. Mi sono appassionata a questi argomenti, e più li conoscevo, più mi accorgevo che c’era molto altro da scoprire, fino a quando mi sono resa conto che tutte le informazioni che mi hanno aiutata a conoscermi meglio potevano essere utili anche ad altri, e le racconto su questo blog.

Be the first to comment

Leave a Reply